La vittoria di Pigliaru per il cambiamento della politica sarda

Oggi sul Blog di Vito Biolchini è apparso un interessante articolo (Caro Amsicora, per chi un voto utile? Per chi può realmente battere Cappellacci e per i partiti sovranisti) incentrato sul dialogo tra Vito e il compagno Amsicora che un articolo apparso su Democrazia Oggi ha posto delle domande inteligenti quanto provocatorie. Il succo delle domande poste da Amsicora  possono essere così sintetizzate: “Perché votare il Pd nel nome della salvezza dell’isola dagli emiri, quando è poi il presidente del Consiglio Letta a volerceli portare in Sardegna? Perché votare Pigliaru che è dello stesso partito di Renzi, un politico che fa accordi con Berlusconi per stravolgere la Costituzione?”. La risposta di Biolchini è racchiusa nel titolo del post che dice  che il voto a Pigliaru è un voto a chi può realmente battere Cappellacci e poi è un voto per i partiti sovranisti. Come ho commentato sul blog di Biolchini condivido molte delle cose scritte, tuttavia dissento su due punti fondamentali. Prima di tutto penso che per tutti i cittadini sia un dovere prima che un diritto la scelta dell’idea di Sardegna in cui vorrebbero vivere a quale Presidente affidare la guida della regione e quale Consigliere regionale meglio lo rappresenta. Credo che questo sia un dovere dei cittadini comuni quanto delle classi dirigenti.

Sopratutto credo che la scelta di Pigliaru non è residuale o legata alla possibilità di vittoria o di sconfitta di Capellacci. La scelta di Pigliaru è, e deve essere, una scelta consapevole di rottura dell’incantesimo che gli occupanti abusivi del centrosinistra hanno creato in questi anni. La vittoria di Pigliaru, o la sconfitta, saranno determinanti per il processo di cambiamento del centrosinistra sardo: la vittoria porterebbe idee nuove e sopratutto gente nuova nei posti decisionali, una sconfitta, invece, ridarebbe vigore alle vecchie logiche di apparato. Sostenere Pigliaru significa quindi sostenere il cambiamento nell’Amministrazione regionale e nella politica del centrosinistra cambiando uomini, idee e metodi. Del resto se Pigliaru era così rassicurante per gli apparati del PD perchè hanno accettato la sua candidatura solo all’ultimo secondo utile?

ecosistema

Annunci

Contribuisci con un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: